PERSONAGGI E SCENE DEL '700
Schede: Salvatore Franco (o 'di Franco')
(Clicca sull'immagine per accedere alla relativa scheda critica)

Salvatore Di Franco (attivo dal 1770 al 1815) fu diretto allievo del Sanmartino; della sua produzione in marmo e stucco si conosce poco; come figuraro documentato per il periodo che va dalla fine del secolo al primo ventennio dell'800.
Le sue figure, estremamente raffinate ed eleganti, esprimono un'ironia del tutto nuova, evidenziando l'aspetto "pacioccone", infingardo e godereccio della Napoli del tempo attraverso, i suoi ridanciani borghesi, tavernari e ruffiani.
Lo schematismo ottocentesco delle "facce puntute ed oblunghe" da considerare in senso molto approssimato, in quanto comune ad altri artisti.
(Tratto da: I 'fuoriclasse' del Presepe di Gennaro Borrelli.
    In questo sito alla voce "Il Presepe a Napoli")


Sk 07

Sk 08

Sk 14

Sk 24

Sk 27

Sk 41

Sk 53
Fine

Salvatore Franco o di Franco (fine XVIII - inizi XIX secolo)
Ricordato per diversi importanti lavori in marmo: tra gli altri, nella chiesa della Nunziatella a Pizzofalcone, il monumento funebre a Giovanni Assenzio de Goyzueta, morto nel 1783.
Fu il più famoso allievo del Sanmartino. Le sue figure sono spesso prese dal favoloso mondo orientale: particolarmente espressiva quella del suonatore di oboe, di proprietà del Bayerisches Nationalmuseum di Monaco, che si ricollega al circasso di proprietà del Banco di Napoli. Nella stessa collezione anche l'arrotino e il re giovane.
(Tratto da: Il Presepe del Banco di Napoli .   
In questo sito alla voce "Altre Immagini / Il Presepe del Banco di Napoli")